CATANIA FLAMES - hockey in line
   
sei il visitatore n. 312986
ci sono n. 1 utenti connessi
MENU
home
team
campionati
guestbook
Per le scuole
Pattinaggio corsa
gallery
video
storia
contatti
NEWS

5° Giornata Serie A2 - Hockey in Line

Sempre più giù in classifica questo Catania Flames, che sembra avere una marcia in più rispetto alle stagioni passate, ma che non riesce più a fare risultato...un po' per sfortuna, ma soprattutto per troppa imprecisione sotto porta.
41 tiri in porta non parlano certo di un Catania Flames NON OFFENSIVO, e infatti il gioco c'è stato, il sistema voluto dai coach è stato fatto quasi sempre in maniera impeccabile, ma se non si butta il disco dentro non si può certo pretendere che i portieri facciano i miracoli chiudendo a zero le partite.
I soliti 2 gol che ormai accompagnano i rossoazzurri dalla seconda giornata fino ad oggi, realizzati da Sigillo e da Minissale.
Partita comunque bella a vedersi con continui capovolgimenti di fronte, un buon Torino che ha saputo recuperare per ben due volte il gol di svantaggio andando poi in doppio vantaggio sul 4 a 2 che il Catania Flames non è più riuscito ad accorciare.
Si allontana la quarta posizione, utile per raggiungere i play off e il Catania Flames sembra destinato anche quest'anno a lottare per non retrocedere, comunque è una squadra totalmente rinnovata sia
a livello tecnico-tattico che di convinzione nei propri mezzi.
Vedremo sicuramente un Catania Flames diverso e soprattutto più concreto nella seconda parte della fase regolare.



4° Giornata Serie A2 - Hockey in Line

Il Catania Flames sprofonda in classfica, dopo un buon avvio di stagione che faceva ben sperare per la partita contro il Treviso, si è incappati invece nella prestazione più brutta della squadra rossoazzurra in questa stagione 2011-12.
La squadra vista ieri sulla pista di Treviso, sembrava la brutta copia della squadra dell'anno scorso.
Non si è visto niente di quello su cui si è lavorato fino ad oggi durante gli allenamenti, tante azioni personali peraltro finite spesso in maniera inconcludente, una brutta difesa e come se non bastasse un gol preso anche in superiorità nuemrica.
Insomma tutto da buttare, dimenticare il prima possibile, rimboccarsi le maniche e ripartire con umiltà.
Il campionato non è lungo in questa sua prima fase, per cui bisogna fare risultato subito, altrimenti si rischia di rimanere impelagati nella lotta per la retrocessione che vedrà le 4 squadre di bassa classifica confrontarsi durante i play out.
Passando alla partita, abbiamo un 4 a 0 secco nei primi 16 minuti della partita per il Treviso, una timida reazione dei rossoazzurri al 22-esimo con Luca Sigillo che accorcia le distanze con un'azione personale conclusasi con dischetto alle spalle del portiere del Treviso.
Ma il vicecapitano con questo gol non da la carica alla squadra, che invece sembra piuttosto spaventata, aspetta l'avversario troppo dentro, nella propria trequarti e non riesce quasi mai a creare una buona uscita di zona.
Il Treviso dilaga e il Catania accorcia al 31-esimo con gol assegnato ad Amedeo Agozzino.
Ma il Treviso continua ad attaccare e segna l'8-2 che la nostra fotografa non ha ripreso sul tabellone, forse perchè aveva già staccato la macchina fotografica, presa dalla disperazione come un po' tutti i giocatori rossoazzurri che in silenzio si dirigono verso gli spogliatoi.

3° Giornata Serie A2 - Hockey in Line

Un’ occasione persa dal Catania Flames per rimanere nella parte alta della classifica.
Terza partita di campionato ed una sola vittoria all’attivo, ma tante cose buone viste in campo e fuori in questo nuovo Catania Flames costruito pian piano, lavorando prima sulla difesa, grande pecca degli anni passati, e adesso sull’attacco.
E proprio sull’attacco e sui power play (momento di gioco in cui una squadra è in superiorità numerica rispetto all’altra e che generalmente dura 2 minuti) gli allenatori hanno un bel lavoro da fare, la partita con il Piacenza ha messo in mostra queste grandi lacune, infatti tante le occasioni create, tanti i tiri a favore dei rossoazzurri, ma solo 2 gol, troppo pochi per vincere una partita, contro una buona squadra come il Piacenza che per altro con il suo gioco un po’ duro ha subito tante penalità da 2 minuti.
Il Catania va in vantaggio proprio su uno di questi power play, grazie a un gol del #70 Luca Sigillo, dopo aver assediato per 7 minuti circa la trequarti di campo avversaria, e fino all’undicesimo minuto in campo si è vista una sola squadra quella rossoazzurra, ma il Piacenza comincia a prendere coraggio e ad uscire dalla sua difesa, così arriva il pareggio del #88 Capacchietti, e comincia una partita in cui i rossoazzurri attaccano incessantemente, ma è il Piacenza a concretizzare le poche occasioni avute, per cui via col 2 a 1 e il 3 a 1 per la squadra emiliana, nulla può il portiere siciliano #15 Claudio Genovese (buona la sua prestazione) e siamo così giunti al 36-esimo minuto di gioco, il che significa che mancano 14 minuti alla fine, quindi c’è tutto il tempo per poter recuperare una partita assolutamente da non perdere, ed ecco arrivare su un altro power play per i catanesi, la doppietta di Sigillo, che da speranze ai rossoazzurri, ma speranze vane perché i piacentini non hanno nessuna intenzione di farsi recuperare, ultimi minuti ovviamente al cardiopalma con il Catania Flames che tenta il tutto per tutto mettendo fuori il portiere per far entrare un quinto giocatore nell’ultimo minuto, ma non succede nulla e il Piacenza grazie a questa vittoria scavalca il Catania di un punto in classifica.

Cus Verona
15
Draghi Torino
12
Raiders Montebelluna
10
Catania Flames
9
Patt. Sambenedettesi
9
Novi Hockey
7
Lepis Piacenza
7
Libertas Forlì
7
Kings Messina
3
Hockey Napoli
0

 

 

Agozzino Amedeo
6
Sigillo Luca
5
Spadaro Emanuele
4
Ruga Emanuele
4
Musumeci Carlo
2
Malandrino Francesco
1
Cugno Giuseppe
1

 

Messina Ivan
21
media: 5.38 su 50 min.
Genovese Claudio
15
media: 13.64 su 50 min.

 

 

 

media:
Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.cataniaflames.com/home/index.php on line 255
0.00 su 50 min.