CATANIA FLAMES - hockey in line
   
sei il visitatore n. 312986
ci sono n. 1 utenti connessi
MENU
home
team
campionati
guestbook
Per le scuole
Pattinaggio corsa
gallery
video
storia
contatti
NEWS

Quarta di campionato./
Partita al cardiopalma in quel di Salerno tra Napoli e Catania.
Una delle partite più avvincenti nella storia del Catania Flames, purtroppo il risultato lascia l'amaro in bocca ai

giocatori rossoazzurri, che comunque non mollano e vogliono già da subito riscattarsi contro il palermo, prossima

avversaria in campionato.
La partita contro il Napoli, sembra cominciare nel migliorre dei modi con un Emanuele Spadaro in grandissima forma,

che per ben 2 volte nel giro di pochi minuti realizza due gol fotocopia, sorprendendo il portiere avversario con due

tiri rasoterra. Tra i due gol del numero 5 c'è di mezzo il momentaneo pareggio del Napoli per opera del nuovo

acquisto straniero che indossa la maglia numero 75.
Le due squadre giocano bene e tengono i ritmi alti e i gol si susseguono, così il primo tempo si chiude 4-2 per il

Napoli.
Ma mister Messina non ci sta a perdere e nel secondo tempo sacrifica alcuni dei suoi, che per altro nel primo tempo

hanno fatto vedere cose egregie, per dare spazio ai giocatori più possenti e frenare la prima linea napoletana; per

far ciò il mister mette Spadaro come marcatura stretta al finlandese del Napoli, che fa il bello e il cattivo tempo.

La mossa semnbra azzeccata, ma un'ingenuità difensiva del Catania rende vano l'inseguimento al pareggio, marcare

stretto il finlandese si, ma lasciare libero un giocatore del Napoli a 1 metro dal portiere no.
Ma si continua a lottare ed è così che arrivano altri 2 gol del Minissale (69) e 1 gol di Sigillo (23).
Occasinissima finale che potrebbe significare il pareggio con ben 3 tiri consecutivi nell'ultimo minuto grazie

all'assedio dei giocxatori rossoazzurri nell'area napoletana, ma nè minissale stesso, nè Warchol Kido(21) con un

tiro alto da pochi metri,riescono a realizzare quel gol che avrebbe dato un senso a questa trasferta.
Adesso ci si ritrova a metà campionato con zero punti, e quindi per l'ennesima stagione a lottare per non

retorcedere, considerato che le prime 2 si allontanano.

Domenica derby contro il Palermo, alle ore 15,00 presso il PATTINODROMO TUPPARELLO di ACIREALE.

Quarta di campionato. _


Partita al cardiopalma in quel di Salerno tra Napoli e Catania.
Una delle partite più avvincenti nella storia del Catania Flames, purtroppo il risultato lascia l'amaro in bocca ai

giocatori rossoazzurri, che comunque non mollano e vogliono già da subito riscattarsi contro il palermo, prossima

avversaria in campionato.
La partita contro il Napoli, sembra cominciare nel migliorre dei modi con un Emanuele Spadaro in grandissima forma,

che per ben 2 volte nel giro di pochi minuti realizza due gol fotocopia, sorprendendo il portiere avversario con due

tiri rasoterra. Tra i due gol del numero 5 c'è di mezzo il momentaneo pareggio del Napoli per opera del nuovo

acquisto straniero che indossa la maglia numero 75.
Le due squadre giocano bene e tengono i ritmi alti e i gol si susseguono, così il primo tempo si chiude 4-2 per il

Napoli.
Ma mister Messina non ci sta a perdere e nel secondo tempo sacrifica alcuni dei suoi, che per altro nel primo tempo

hanno fatto vedere cose egregie, per dare spazio ai giocatori più possenti e frenare la prima linea napoletana; per

far ciò il mister mette Spadaro come marcatura stretta al finlandese del Napoli, che fa il bello e il cattivo tempo.

La mossa semnbra azzeccata, ma un'ingenuità difensiva del Catania rende vano l'inseguimento al pareggio, marcare

stretto il finlandese si, ma lasciare libero un giocatore del Napoli a 1 metro dal portiere no.
Ma si continua a lottare ed è così che arrivano altri 2 gol del Minissale (69) e 1 gol di Sigillo (23).
Occasinissima finale che potrebbe significare il pareggio con ben 3 tiri consecutivi nell'ultimo minuto grazie

all'assedio dei giocxatori rossoazzurri nell'area napoletana, ma nè minissale stesso, nè Warchol Kido(21) con un

tiro alto da pochi metri,riescono a realizzare quel gol che avrebbe dato un senso a questa trasferta.
Adesso ci si ritrova a metà campionato con zero punti, e quindi per l'ennesima stagione a lottare per non

retorcedere, considerato che le prime 2 si allontanano.

Domenica derby contro il Palermo, alle ore 15,00 presso il PATTINODROMO TUPPARELLO di ACIREALE.

Terza di campionato.

Di certo quello del Catania Flames non è un calendario che si può considerare facile,soprattutto nelle prime

giornate.
Infatti nelle prime tre giornate ha dovuto già incontrare le prime due della classe, e cioè il San Benedetto che la

stagione passata è arrivato a un passo dalla serie A1 e il Latina che nella stagione passata era in A1.
Classifica alla mano, il Catania è fermo a 3 punti; condizione che non dà nessun merito a una squadra che invece

c'è, lotta e lavora per spodestare almeno una delle due grandi.
Il Mister Messina è convinto che ancora nulla è perduto e che già da Napoli i suoi giocatori sapranno ricominciare

umilmente una risalita ancora possibile.
Passando all'analisi della partita, diciamo che la squadra scende in campo fortemente determinata, tant'è che il

Latina sconcertato da tanta grinta, subisce l'attacco dei ragazzi rossoazzurri; una prima vera azione è il

contropiede di Litrico che ruba un disco a centrocampo e si invola alla grande verso il portiere avversario uno

contro uno, ma la conclusione è da dimenticare.
In ogni caso arriva a sorpresa (dei laziali) il gol rossoazzurro siglato dal 90 (Messina A.) e il primo tempo si

chiude sull'uno a zero con grande stupore generale e anche grazie a una grande prova del portiere Messina Ivan.
Il secondo tempo vede in campo due squadre molto combattive, anche perchè il catania vuole a tutti i costi fare

risultato positivo fuori casa per cominciare a sognare e il Latina vuole a tutti i costi mantenere il primato in

classifica; purtroppo qualche decisione arbitrale nel secondo tempo e il gioco pulito e organizzato del Latina, dato

dal loro mister Massimo Zagni, fanno si che il catania Flames perda la concentrazione e subisca 3 gol di fila. Ma la

partita per i catanesi non è ancora conclusa, ci pensa l'ottimo 21 (Kido) a riaprire i giochi, con un gran bel gol

in un momento in cui in campo si gioca 3 contro 3 a causa di una penalità per squadra.
Purtroppo a nulla serve la foga con cui i ragazzi cercano il pareggio perchè a pochi minuti dalla fine succede

l'irreparabile, un difensore del Latina scappa alle marcature strette volute dal mister e arriva in zona pericolosa

insaccando il quarto gol, e poi la beffa finale, uscita del portiere catanese per rinviare un disco pericoloso sulla

trequarti, ma il disco finisce la sua corsa sul ginocchio di un avversario che se lo ritrova così sulla spatola e

prontamente tira a porta vuota ed è il 5-2 finale.

Cus Verona
15
Draghi Torino
12
Raiders Montebelluna
10
Catania Flames
9
Patt. Sambenedettesi
9
Novi Hockey
7
Lepis Piacenza
7
Libertas Forlì
7
Kings Messina
3
Hockey Napoli
0

 

 

Agozzino Amedeo
6
Sigillo Luca
5
Spadaro Emanuele
4
Ruga Emanuele
4
Musumeci Carlo
2
Malandrino Francesco
1
Cugno Giuseppe
1

 

Messina Ivan
21
media: 5.38 su 50 min.
Genovese Claudio
15
media: 13.64 su 50 min.

 

 

 

media:
Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.cataniaflames.com/home/index.php on line 255
0.00 su 50 min.