CATANIA FLAMES - hockey in line
   
sei il visitatore n. 312986
ci sono n. 1 utenti connessi
MENU
home
team
campionati
guestbook
Per le scuole
Pattinaggio corsa
gallery
video
storia
contatti
NEWS

Prima di Campionato.

Ritrovarsi il San Benedetto del Tronto la prima di campionato, già faceva effetto sulla carta, in campo è stato

ancora peggio.
Infatti parte male la stagione 2007-08 per la squadra rosso-azzurra che perde 6-2 fuori casa.
La squadra ha fatto un buon lavoro pre-campionato, la società ha lavorato bene ed ha anche avuto la fortuna di

ritrovarsi alcuni nuovi elementi validissimi sul piano tecnico (anche se si sono persi pezzi importanti strada

facendo), ma ciò non è bastato per riuscire a strappare un risultato positivo in quel di San Benedetto.
Ma non tutto è da considerare negativamente.
Sicuramente sul piano del gioco non si è vista una totale supremazia della squadra di casa, come invece era successo

nella stagione passata; c'è stata invece una supremazia indiscutibile sul numero di tiri in porta effettuati dalle

due squadre, solo 4/5 x il Catania Flames, contro un numero indefinito di tiri del San Benedetto che il nostro

sempre presente portiere è riuscito a respingere.

Hanno sì peccato i ragazzi di mister Messina, preferendo spesso e volentieri azioni macchinose e complicate, ad

azioni molto più semplici, banali ma di sicuro effetto come è stato per il primo gol in rossoazzurro di

Minissale(tiro quasi da centro campo che si infila nel set alla destra del portiere avversario, non irresistibile),

ma ha anche sbagliato totalmente il Mister stesso, l'impostazione del primo tempo. Tre linee non del tutto

equilibrate che hanno penalizzato il gioco stesso di ogni singola linea producendo così un secco 3 a 0 nel primo

tempo. Ma tutto fa esperienza, così l'allenatore decide di cambiare le carte in tavola, mischia un po' i suoi

ragazzi e i ruoli, ed esce una discreta prova nel secondo tempo che si conclude con un 3 a 2 per il san Benedetto(Il

Finale è quello che tutti noi conosciamo 6-2).
Ma a questo doveva servire la prima di campionato, che per altro ha anche dato qualche input in più su cui ben

lavorare, buono il power play che porta al secondo gol rosso-azzurro del solito Agozzino che se nn ci mette lo

zampino non è mai contento e buoni anche i 3 penalty kill che vedono un Kido trovarsi perfettamente a suo agio

davanti da solo contro gli avversari(da segnalare un gran palo colpito dallo stesso sul 4-1 che poteva riaprire la

partita).
Partita che comunque non ha mai visto il San benedetto in grosse difficoltà; squadra ben messa in campo, che trova

la sua forza in quei pochi schemi ma buoni.
Da sottolineare nel secondo tempo una buona prova di Claudia Guglielmino, totalmente assente invece nel primo tempo,

sempre per riallacciarci al discorso di prima.
Importante comunque sottolienare che nessuno dei ragazzi rossoazzurri si è risparmiato sia sul piano fisico che sul

piano psicologico; sempre grintosi e pronti a lottare su ogni disco, ma quando la squadra avversaria è più forte,

nel contesto della partita stessa, nulla si può fare se non ammetterlo.
Da domani si lavorerà già per la prossima partita che vedrà a confronto i cugini del Milazzo contro i ragazzi del

Catania Flames...siete tutti invitati alle ore 16 di domenica 9 Dicembre 2007 al Pattinodromo Tupparello di Acireale .

Prima di Campionato.

Prima di campionato.

Ritrovarsi il San Benedetto del Tronto la prima di campionato, già faceva effetto sulla carta, in campo è stato

ancora peggio.
Infatti parte male la stagione 2007-08 per la squadra rosso-azzurra che perde 6-2 fuori casa.
La squadra ha fatto un buon lavoro pre-campionato, la società ha lavorato bene ed ha anche avuto la fortuna di

ritrovarsi alcuni nuovi elementi validissimi sul piano tecnico (anche se si sono persi pezzi importanti strada

facendo), ma ciò non è bastato per riuscire a strappare un risultato positivo in quel di San Benedetto.
Ma non tutto è da considerare negativamente.
Sicuramente sul piano del gioco non si è vista una totale supremazia della squadra di casa, come invece era successo

nella stagione passata; c'è stata invece una supremazia indiscutibile sul numero di tiri in porta effettuati dalle

due squadre, solo 4/5 x il Catania Flames, contro un numero indefinito di tiri del San Benedetto che il nostro

sempre presente portiere è riuscito a respingere.

Hanno sì peccato i ragazzi di mister Messina, preferendo spesso e volentieri azioni macchinose e complicate, ad

azioni molto più semplici, banali ma di sicuro effetto come è stato per il primo gol in rossoazzurro di

Minissale(tiro quasi da centro campo che si infila nel set alla destra del portiere avversario, non irresistibile),

ma ha anche sbagliato totalmente il Mister stesso, l'impostazione del primo tempo. Tre linee non del tutto

equilibrate che hanno penalizzato il gioco stesso di ogni singola linea producendo così un secco 3 a 0 nel primo

tempo. Ma tutto fa esperienza, così l'allenatore decide di cambiare le carte in tavola, mischia un po' i suoi

ragazzi e i ruoli, ed esce una discreta prova nel secondo tempo che si conclude con un 3 a 2 per il san Benedetto(Il

Finale è quello che tutti noi conosciamo 6-2).
Ma a questo doveva servire la prima di campionato, che per altro ha anche dato qualche input in più su cui ben

lavorare, buono il power play che porta al secondo gol rosso-azzurro del solito Agozzino che se nn ci mette lo

zampino non è mai contento e buoni anche i 3 penalty kill che vedono un Kido trovarsi perfettamente a suo agio

davanti da solo contro gli avversari(da segnalare un gran palo colpito dallo stesso sul 4-1 che poteva riaprire la

partita).
Partita che comunque non ha mai visto il San benedetto in grosse difficoltà; squadra ben messa in campo, che trova

la sua forza in quei pochi schemi ma buoni.
Da sottolineare nel secondo tempo una buona prova di Claudia Guglielmino, totalmente assente invece nel primo tempo,

sempre per riallacciarci al discorso di prima.
Importante comunque sottolienare che nessuno dei ragazzi rossoazzurri si è risparmiato sia sul piano fisico che sul

piano psicologico; sempre grintosi e pronti a lottare su ogni disco, ma quando la squadra avversaria è più forte,

nel contesto della partita stessa, nulla si può fare se non ammetterlo.
Da domani si lavorerà già per la prossima partita che vedrà a confronto i cugini del Milazzo contro i ragazzi del

Catania Flames...siete tutti invitati alle ore 16 di domenica 9 Dicembre 2007 al Pattinodromo Tupparello di Acireale .

Prima di Campionato

Cus Verona
15
Draghi Torino
12
Raiders Montebelluna
10
Catania Flames
9
Patt. Sambenedettesi
9
Novi Hockey
7
Lepis Piacenza
7
Libertas Forlì
7
Kings Messina
3
Hockey Napoli
0

 

 

Agozzino Amedeo
6
Sigillo Luca
5
Spadaro Emanuele
4
Ruga Emanuele
4
Musumeci Carlo
2
Malandrino Francesco
1
Cugno Giuseppe
1

 

Messina Ivan
21
media: 5.38 su 50 min.
Genovese Claudio
15
media: 13.64 su 50 min.

 

 

 

media:
Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.cataniaflames.com/home/index.php on line 255
0.00 su 50 min.