CATANIA FLAMES - hockey in line
   
sei il visitatore n. 312986
ci sono n. 1 utenti connessi
MENU
home
team
campionati
guestbook
Per le scuole
Pattinaggio corsa
gallery
video
storia
contatti
NEWS

GIORNATA ALL'INSEGNA DELL'HOCKEY.
Sabato 23 giugno si è disputato a Messina il triangolare amichevole tra Catania Flames - Messina - Sigonella. Buon gioco in campo da parte di tutti anche se non sono mancati scontri un po' eccessivi e principi di litigi, ma alla fine ha prevalso il buon senso e l'amicizia che lega gran parte di questi giocatori appassionati di questo sport. Alla fine è il Catania che si aggiudica il torneo, dopo aver battuto il Messina i rossazzurri trovano un pareggio con i cugini del Sigonella, anche se la partita è stata sfalsata da un infortunio a Luca Sigillo e all'uscita dal campo di gioco del Portiere del CT flames, Ivan Messina, per eccessiva stanchezza dovuta alla temperatura proibitiva del tendone.

GRANDE GIORNATA DI SPORT E DI FESTA ieri al tupparello di Acireale, per l'ultima di Campionato, Catania

Flames vs Versilia.
Il risultato parla chiaro, è stata una partita al cardiopalma. Sembrava una sfida scudetto più che una

partita di fine campionato tra due squadre che non avevano più niente da chiedere alla classifica.
Il Catania Flames sospinto da uno splendido pubblico, gioca un primo tempo da favola che si chiude col

punteggio di 3 a 1 a favore della squadra rossoazzurra.
Sembra che anche stavolta la mitica frase del mister Guglielmino, abbia colpito nel segno.
Un primo tempo che inizia col Catania Flames in avanti, ma che becca un gol a freddo (anche se la temperatura

di ieri era quasi estiva...). Gol che i catanesi recuperano subito con l'instancabile Spadaro (# 05). Poi va

a segno Agozzino(# 88, gran partita la sua) con un tiro di polso spettacolare su un altrettanto spettacolare

assist di Sigillo (# 23)...era finalmente ora...un campionato intero che aspettavamo collaborazione tra

questi 2 giocatori. Infine la Guglielmino (# 7) che insacca un disco respinto prima dal palo e poi dalla

traversa su tiro di Spadaro.

Si va negli spogliatoi convinti che nn sarà facile, ma con la convinzione anche che la vittoria è possibile,

anche se c'è di fronte la seconda in classifica.
E infatti ecco che arriva il quarto gol del puntuale Messina A. (# 90). A questo punto c'è la svolta della

partita, infatti il Catania Flames forse peccando un po' di presunzione continua a sbilanciarsi all'attacco

alla ricerca di altri gol e per puro divertimento, dimenticando che di fronte c'è una squadra con un gioco

ben organizzato, ed infatti appena il Versilia si sveglia e comincia a far girare il disco sono guai. Così si

arriva al 4 pari. Il pubblico non molla, continua ad incitare il Catania che grazie ad un altro gol di

Agozzino riesce a sognare per altri 2 minuti, ma il Versilia non ci sta e pressa, ottiene il pareggio e

purtroppo a 2 minuti dalla fine anche la vittoria.
Comunque a parte un po' di amarezza per questa sconfitta, maturata in questa maniera, il pubblico applaude

due squadre che hanno dato spettacolo!
Da sottolineare anche la buona prova di Sorge (# 27) arriva al tiro un paio di volte e rischia di fare gol su

una azione confusa di Messina A.

e cosa dire del portiere?!? la solita sicurezza, nonostante l'età!
Con lui possiamo stare tranquilli ancora per diversi anni.

Ovviamente bravi anche coloro che non sono intervenuti nelle azioni determinanti, ma che hanno dato l'anima e

un contributo eccezionale al match di ieri, ovvero Pignatato (# 99) instancabile lottatore e tiratore, Kido

(# 21) con la testa forse un po' ancora alla crociera( ma sempre determinante nei recuperi difensivi) e il

mitico Gervasoni alias Litrico (# 91) che finalmente ha trovato fiducia nei suoi mezzi e sempre più spesso

affronta l'avversario e lo supera...TIRO DA SISTEMARE.

Campionato concluso, il Catania Flames chiude sopra le sue dirette rivali, e da subito comincerà a lavorare

per il campionato dell'anno prossimo.

GRANDE GIORNATA DI SPORT E DI FESTA ieri al tupparello di Acireale, per l'ultima di Campionato, Catania

Flames vs Versilia.
Il risultato parla chiaro, è stata una partita al cardiopalma. Sembrava una sfida scudetto più che una

partita di fine campionato tra due squadre che non avevano più niente da chiedere alla classifica.
Il Catania Flames sospinto da uno splendido publico, gioca un primo tempo da favola che si chiude col

punteggio di 3 a 1 a favore della squadra rossoazzurra.
Sembra che anche stavolta la mitica frase del mister Guglielmino, abbia colpito nel segno.
Un primo tempo che inizia col Catania Flames in avanti, ma che becca un gol a freddo (anche se la temperatura

di ieri era quasi estiva...). Gol che i catanesi recuperano subito con l'instancabile Spadaro (# 05). Poi va

a segno Agozzino(# 88, gran partita la sua) con un tiro di polso spettacolare su un altrettanto spettacolare

assist di Sigillo (# 23)...era finalmente ora...uin campionato intero che aspettavamo collaborazione tra

questi 2 giocatori. Infine la Guglielmino (# 7) che insacca un disco respinto prima dal palo e poi dalla

traversa su tiro di Spadaro.

Si va negli spogliatoi convinti che nn sarà facile, ma con la convinzione anche che la vittoria è possibile,

anche se c'è di fronte la seconda in classifica.
E infatti ecco che arriva il quarto gol del puntuale Messina A. (# 90). A questo punto c'è la svolta della

partita, infatti il Catania Flames forse peccando un po' di presunzione continua a sbilanciarsi all'attacco

alla ricerca di altri gol e per puro divertimento, dimenticando che di fronte c'è una squadra con un gioco

ben organizzato, ed infatti appena il Versilia si sveglia e comincia a far girare il disco sono guai. Così si

arriva al 4 pari. Il pubblico non molla, continua ad incitare il Catania che grazie ad un altro gol di

Agozzino riesce a sognare per altri 2 minuti, ma il Versilia non ci sta e pressa, ottine il pareggio e

purtroppo a 2 minuti dalla fine anche la vittoria.
Comunque a parte un po' di amarezza per questa sconfitta, maturata in questa maniera, il pubblico applaude

due squadre che hanno dato spettacolo!
Da sottolineare anche la buona prova di Sorge (# 27) arriva al tiro un paio di volte e rischia di fare gol su

una azione confusa di Messina A.

e cosa dire del portiere?!? la solita sicurezza, nonostante l'età!
Con lui possiamo stare tranquilli ancora per diversi anni.

Ovviamente bravi anche coloro che non sono intervenuti nelle azioni determinanti, ma che hanno dato l'anima e

un contributo eccezionale al match di ieri, ovvero Pignatato (# 99) instancabile lottatore e tiratore, Kido

(# 21) con la testa forse un po' ancora alla crociera( ma sempre determinante nei recuperi difensivi) e il

mitico Gervasoni alias Litrico (# 91) che finalmente ha trovato fiducia nei suoi mezzi e sempre più spesso

affronta l'avversario e lo supera...TIRO DA SISTEMARE.

Campionato concluso, il Catania Flames chiude sopra le sue dirette rivali, e da subito comincerà a lavorare

per il campionato dell'anno prossimo.

Cus Verona
15
Draghi Torino
12
Raiders Montebelluna
10
Catania Flames
9
Patt. Sambenedettesi
9
Novi Hockey
7
Lepis Piacenza
7
Libertas Forlì
7
Kings Messina
3
Hockey Napoli
0

 

 

Agozzino Amedeo
6
Sigillo Luca
5
Spadaro Emanuele
4
Ruga Emanuele
4
Musumeci Carlo
2
Malandrino Francesco
1
Cugno Giuseppe
1

 

Messina Ivan
21
media: 5.38 su 50 min.
Genovese Claudio
15
media: 13.64 su 50 min.

 

 

 

media:
Warning: Division by zero in /web/htdocs/www.cataniaflames.com/home/index.php on line 255
0.00 su 50 min.